Un’amministrazione sbadata

Ugo PuglieseMezzo anno è passato abbondantemente, e si può iniziare a tracciare un andamento della “nuova” amministrazione comunale. Andamento, manco a dirlo, decisamente negativo, che per adesso ci ha regalato numerose contraddizioni interne, evidenti conflitti di interessi ed un vouyerismo senza pari.

Un’amministrazione definita anche da diversi dipendenti del comune come un “muro di gomma“, pericolosamente arroccata nelle proprie cerchie a scapito della collettività, capace di dire e contraddire in pochi minuti. Vanno a vuoto non solo i consigli, ma anche le richieste di informazioni: dopo diverse PEC e numerose chiamate, a patto che qualcuno risponda, nessuno sa mai nulla.

Và così che l’inizio “rivoluzionario” promesso dal Pugliese e dalla Sculco sembra ormai più che altro una fantasia. Continuano le cattive pratiche economiche, le ripetute violazioni al regolamento interno del comune, la gestione insensata e di dubbia utilità delle royalties. Insomma, nessun “cambiamento” e nulla di nuovo all’orizzonte: come questo andazzo possa portare ad un miglioramento della macchina amministrativa non ci è dato saperlo.

Leggi tutto…

Un conto che non torna

Il conto che non torna…

Spulciando le pagine del nuovo sito del Comune di Crotone (ne parlerò meglio a transazione conclusa) mi sono accorto di un errore piuttosto grossolano, che non mi pare di ricordare nella vecchia scheda del primo cittadino (ma potrei anche non averla notata prima).

Prima della biografia del sindaco, leggiamo: “Ugo Pugliese è il 20° sindaco della città di Crotone dalla proclamazione della Repubblica“. In realtà, stando all’elenco dei Sindaci di Crotone Ugo Pugliese risulta essere il 24° sindaco dalla nascita della Repubblica (o, se consideriamo l’anno di Armando Riganello, il 25°).

Come ha fatto allora ad uscire questo numero bello tondo? La risposta è semplice, basta visitare la pagina dedicata alla galleria dei sindaci del Comune. Alcuni sindaci infatti sono stati eletti più volte a distanza di anni, e mentre su Wikipedia vengono conteggiati i mandati da sindaco, sulla pagina del Comune vengono conteggiate le persone che hanno ricoperto il ruolo. Quindi, Ugo Pugliese sarebbe la ventesima persona che ha ricoperto l’incarico di sindaco della città.

Mistero risolto allora? Ma anche no. Il conto continua ad essere sbagliato: se ci fate caso, l’elenco dei sindaci usato dal Comune si conclude con il nome di Pasquale Senatore, per cui manca il nominativo dell’ultimo sindaco, Peppino Vallone. Togliendo infatti le rielezioni di Carlo Napoli e di Visconte Frontera, ed omettendo il povero Vallone, Senatore risulterà il 19° sindaco, e Pugliese il 20°. Una dimenticanza o un’omissione? 😯

Aggiungendo Vallone alla lista, potremo ottenere il dato corretto: Ugo Pugliese è il 21° sindaco della città di Crotone dalla proclamazione della Repubblica. Probabilmente nella galleria non sono ancora presenti la targa e la foto di Vallone, ma insomma, per non conteggiarlo bisogna avere la memoria corta.

Cosa si è detto nel consiglio sull’aeroporto

L'aula del Comune, bella piena
L’aula del Comune, bella piena

Giornata movimentata al Comune di Crotone. Se all’esterno si è potuta registrare una grande partecipazione all’evento Pompieropoli, all’interno del palazzo si è svolto il consiglio comunale straordinario con un unico punto all’ordine del giorno: l’aeroporto di Crotone.

Il consiglio, indetto in via straordinaria lo scorso 27 Ottobre, arriva piuttosto tardi: l’aeroporto di Crotone verrà chiuso a partire da domani. A portare un po’ d’attenzione sono serviti i giornali locali, che Lunedì scorso iniziarono a denunciare il silenzio calato sull’infrastruttura ad una settimana dalla chiusura.

Durante il consiglio, per una volta molto partecipato non tanto dai cittadini ma più che altro da politici e politicanti, sono state dette molte cose, che però rischiano di essere parole al vento. Si è puntato infatti molto sull’emotività, su parole forti come “lo scalo ci serve come il pane“, e si sono evitate, puntualmente, tutte le responsabilità del caso.

Bisogna dunque prendere con estrema cautela le parole dette da Pugliese quest’oggi, dato che rischiano di essere nient’altro che belle parole scritte sul ghiaccio.

Leggi tutto…