L’unico stronzo

E’ proprio vero il detto: paese che vai, usanze che trovi. Vale per moltissimi aspetti della vita quotidiana, compresi alcuni che spesso neanche consideriamo, come i mezzi pubblici. I trasporti sono tra quelle cose che, bene o male, troviamo in tutte le città del mondo, e sono tra le prime che controlliamo quando abbiamo intenzione di fare un viaggio. Insomma, non è poco.

Lo stesso discorso vale per Crotone. Le Autolinee Romano hanno migliorato molto il servizio di linea urbana nel corso degli anni, e coprono abbondantemente tutta la città. Ci sono (sempre) i problemi del caso: uno di questi è la scarsa copertura serale, con la maggior parte dei bus che “stacca” prima delle 21. Un problema, in una città che vuole forzosamente l’appellativo di “turistica”, specialmente d’estate. E poi, ovviamente, seguono le critiche “random” da parte di buona parte della popolazione: “fà tutto schifo”, “non funziona niente”, “autobus vecchi”, “un bus ogni ora” ecc. ecc.. Affermazioni che molto spesso non corrispondono alla realtà.

Continue Reading

Comunicati recidivi

Un souvenir attaccato al muro
Si legge “Crotone 2015”, vero?

Quest’anno, dopo un’iniziale quanto breve preoccupazione, i festeggiamenti mariani si svolgeranno come sempre. Ci sarà la fiera bella affollata, ci saranno le giostre, ci saranno le illuminazioni ed i fuochi d’artificio. E, oltretutto, sarà festa grande, visto il giubileo speciale, quindi quadro grande e buoi. Sappiamo, inoltre, che l’organizzazione dei festeggiamenti mariani costa all’incirca 50.000€, e che il Comune in media incassa all’incirca 70.000€. Una  cifra poco nota ai non addetti ai lavori.

Tuttavia, da anni il Comune di Crotone si ripete con un annuncio pianificato: non ci saranno biglietti omaggio per le giostre. Lo ha detto quest’anno, nel 2016, ed anche nel 2015, nel 2014, nel 2013 e nel 2012. I comunicati sono praticamente identici. Inutile dire che in tutti questi anni i biglietti omaggio sono circolati lo stesso, molti, e con ogni probabilità circoleranno anche quest’anno.

Prima del 2012 c’è poco in rete, tuttavia era usanza da parte del Comune accettare una quantità non meglio definita di biglietti omaggio da distribuire a delle associazioni ed alle famiglie più indigenti. Da allora però la pratica è finita, ed a commerciare i biglietti omaggio ci penserebbero direttamente i giostrai.

Ora, il Comune di Crotone non potrebbe scriverlo meglio ‘sto comunicato? Magari per spiegare che come ente non ha accettato i biglietti, ma che questo non vuol dire che non circoleranno? Perché altrimenti si lascia grande spazio di immaginazione a chi vede loschi intrecci tra Comune e giostrai, e sono in molti a pensarlo.

Sarà vero? Non possiamo dirlo, ma di vero c’è solo che questo comunicato viene riciclato da 5 anni, e sarebbe ora di farne uno migliore.