Vai al contenuto

L’Italia dalla ISS

Questo scatto, effettuato il 18 Agosto 2012 dagli astronauti della ISS, è un regalo più che gradito 🙂

Italia dalla ISS

Venite a visitare il Castello di Carlo V

Blocco del Castello di Carlo V
E’ facile apprezzare resti archeologici, anche camminando per strada.

Di solito da noi si fa ben poco per tutelare o incentivare il vasto patrimonio storico della città. Come abbiamo visto anche in altri articoli che ho pubblicato, come l’utilizzo di vecchi cannoni come ormeggi al porto, pare esserci un solo minimo comune denominatore in tutto quello che possiamo trovare qui a Crotone, ed in tutta la sua provincia. Lo possiamo chiamare abbandono, incuria, degrado, menefreghismo… forse però dovremmo inventare una nuova parola che racchiude tutti i termini, ci verrebbe più facile.

Fino a qualche tempo fa, non ne capivo il perché. Non vedevo alcun motivo nel lasciare tutto all’incuria del tempo. Non mi capacitavo delle scelte palesemente sbagliate prese. Finchè, vedendo quello che vedete anche voi nella foto qui affianco, non ho capito. Ho capito che sono un vero idiota, per il semplice fatto di non aver pensato come le eccelse menti che curano il patrimonio storico di Crotone.

(altro…)

Google Maps, aumentano gli errori

1 commento

Google Maps sbaglia tutto
Tufolo diventa “Tuvolo“, e cambia anche posizione

Quando si parla di tecnologie, bisogna sempre considerare che queste funzioneranno correttamente, limitando errori e malfunzionamenti, solo con il passare del tempo. Non è realistico sperare che una nuova tecnologia funzioni perfettamente subito, al momento del lancio. C’è bisogno di fare gavetta, di perfezionarsi relazionandosi con gli utenti, ma sopratutto, una volta raggiunto uno status considerevole, bisogna saperselo tenere.

Certo, essere dei colossi conosciuti in tutto il mondo può facilitare la nostra “camminata verso il successo“, ci da la possibilità di aumentare i servizi, di soddisfare una più ampia fetta di utenti… A patto che si lavori bene.

Google Maps, da sempre considerato unico vero esempio di cartografia digitale (almeno qui in Italia, dove gli altri servizi sono sconosciuti), a cui tutti fanno riferimento prima di un viaggio anziché prendere il vecchio stradario, si sta riempiendo di errori. Dopo la pesantezza che da qualche tempo caratterizza il servizio web, ora si aggiungono (per ora solo in determinate zone) dei palesi e gravi errori di battitura. Oltre a zone, strade e quartieri che non esistono!

(altro…)