Un aumento che non lo è

Cassonetti Differenziata
I nostri bei cassonetti (via Street View)

Tra una cosa e l’altra mi ero perso un pezzo. A metà Luglio il rinomato Fantapol News, uno dei tanti giornaletti che gravitano in quella che è l’informazione locale (se così la vogliamo chiamare) se n’é uscito con un dato interessante: differenziata già all’11%. Tralasciamo le illazioni su possibili nuovi direttori e quant’altro, e concentriamoci sul dato, prendendolo per veritiero.

Per prima cosa, è doverosa una premessa. Fantapol è uno di quei “giornali” di cui non ci si può fidare: va dove tira il vento, o per meglio dire dove tira il portafoglio. Non sono lontani i tempi in cui, supportando palesemente Le Tre L, si scagliava costantemente contro l’amministrazione. Oggi invece è tutto cambiato, e nella maggior parte dei casi è diventato un giornaletto che elogia, magnifica ed amplifica ogni singolo risultato della giunta Pugliese. Un cambio che non è di certo passato inosservato, essendo diventato una cassa di risonanza della Prossima Crotone.

Fatta questa doverosa premessa (per capire un po’ con chi abbiamo a che fare, per chi non lo sapesse), torniamo al dato. La differenziata sarebbe salita all’11%. E’ poco? E’ tanto? E’ un merito dell’amministrazione o di Akrea? A differenza di Fantapol, pronto a fare elogi improbabili, io sono abituato a parlare dati-alla-mano. Per questo motivo aggiorno annualmente un grafico con l’andamento della raccolta differenziata a Crotone.

Possiamo subito notare che al 2015 la differenziata era già all’11%. Nel 2016 invece il dato è ulteriormente sceso, toccando un triste picco tra l’8% e il 9% (questo dato non è ancora inserito nel grafico in quanto il report dell’Arpacal sui rifiuti del 2016 non è ancora stato pubblicato). Sicuramente parliamo di un dato interessante, dato che finalmente si è invertita rotta. Ma parliamo pur sempre di un dato misero, dovuto al solo fatto che hanno ripreso a svuotare i cassonetti. Il tutto, sempre con lo stesso parco mezzi malandato e malconcio.

Insomma, quell’11% non è un incremento reale della differenziata: è un numero fisiologico, dovuto al fatto che hanno ripreso a svuotare i cassonetti della differenziata, rimasti pieni per mesi. A Crotone il picco registrato sarebbe antecedente al 2008, quando la differenziata toccò il 30%. Stando ai report disponibili però, il dato più alto è quello del 2008, con il 22%. Solo quando ci si porterà in linea con questi numeri si potrà davvero parlare di successo.

Diffidate dai vari Fantapol, che con la scusa dell’informazione vi propinano mezze verità.

Quattro chiacchiere col bagnino

Oggi ha fatto molto caldo, e si prevede andrà così per il resto del mese. In fondo è Agosto, e va benissimo così. Ne ho approfittato per fare un tuffo a mare, nell’acqua calda e “unta” tipica delle scogliere dopo una mattinata calda e affollata. Poca gente attorno a me, quasi tutti a pranzare ed a ripararsi dalla controra. Io e qualcun’altro, invece, cercavamo un po’ di fresco nel posto meno appropriato, all’ora meno appropriata.

Avrete sicuramente sentito del progetto “Spiagge Sicure & Mare per Tutti“, avviato dal Comune di Crotone qualche settimana fà e già definito “un successo” dall’Assessore Frisenda. O forse avrete visto una di quelle curiuse torrette dei bagnini, finalmente presenti anche sulle nostre spiagge. Da quest’anno infatti ci saranno ben 10 bagnini a “pattugliare” la costa cittadina, assicurandosi non solo di prevenire eventuali situazioni di pericolo, ma anche di segnalare e richiamare bagnanti poco educati. Una bella iniziativa, che finalmente prende vita anche da noi.

Leggi tutto…

Giornalismo da gossip

Un quadretto delle opposizioni

Nella giornata di ieri si aspettava un po’ di pioggia, ma l’unica cosa ad essere piovuta è una singolare polemica sul M5S locale. Il tutto è nato con il solito, classico copione: i grillini fanno la loro solita sparata, e qualcuno dalla maggioranza risponde arrogantemente. Nulla di nuovo all’orizzone.

La querella è nata lo scorso 25 Luglio, a seguito di un articolo pubblicato sulla Provincia e firmato dalla “penna rossa” di Gaetano Megna, nel quale si presuppone una possibile incompatibilità del neoassessore “Rori” De Luca per via di un’ipotetica “lite pendente” con il Comune. E proprio per tutelare il neoassessore si sarebbe pensato di rimuovere l’OdG del prossimo consiglio comunale riguardante, appunto, il regolamento sulle liti pendenti.

Un caso? Nel frattempo, non solo De Luca ha avuto modo di chiarire la sua posizione occupando ben due paginoni de Il Crotonese, ma è stato pubblicato anche l’elenco degli OdG del prossimo Consiglio Comunale, che si terrà il 31 Luglio: ci sono 54 punti in discussione, e tra questi quello sulle liti pendenti non c’è.

Leggi tutto…