Brigantecché?

È arrivato il momento di aggiornare questa pagina, che ormai ha compiuto la bellezza di 5 anni. Un bel traguardo, che il blog festeggia con un ampio “ammodernamento” su più fronti. 🙂

Questo blog nacque dall’esigenza di portare a discussione argomenti particolari, controversi, spesso snobbati. Nessuna “fonte di verità assolutà”, ma solo un blog nell’incredibile oceano di commentatori e opinionisti, spesso molto più influenti del sottoscritto. Poco importa: verba volant, scripta manent. E con questo spirito si costruisce il sito, basandosi sull’assunto che non serve solo come luogo di critica, ma anche come curriculum vitae nel senso più stretto del termine. Uno storico, un diario, dove si trova racchiuso il pensiero – sincero – di una persona.

Poco vi importa in fondo del Francesco Placco che scrive. Uno tra tanti, ed è giusto così. Come ogni cosa, questo sito vi servirà solo in alcuni casi, e quando quanto scritto andrà contro ciò che pensate, ci vorrà poco ad etichettare il tutto come “una scemenza”. Và così, e non se ne fa un dramma. Si spende sempre meno tempo per capire “gli altri”, tant’è che ci si circonda (oggi come non mai) solo di chi alza la nostra stessa bandiera. La chiamano confort zone, o bolla, e tutto quello che ne sta fuori non ci riguarda. In un modo o nell’altro, ci stiamo tutti dentro, ognuno nel proprio scompartimento.

Per quel che mi riguarda, certo di essere un cronista di questi tempi. Non tanto in generale, quanto in locale. Un’attenzione particolare alla mia città, alla Calabria, e a tutto quel Sud Italia finito stereotipato a suon di cinguettii e post con spiagge e tramonti spettacolari. Io guardo all’altra faccia della medaglia: non mi interessa conoscere il lato bello di qualcuno, mi interessa conoscere e capire qualcuno, sotto ogni aspetto. Il romanticismo iniziale svanisce rapido nella realtà dei fatti, che andrebbero approfonditi e discussi, anziché sminuiti e ridimensionati. E poi, ad ogni cosa il giusto peso.

In questi 5 anni ho fatto quanto potevo. Chi visiterà oggi il sito per la prima volta troverà oltre 1000 post da leggere, numerosi approfondimenti storico/culturali, mappe interattive, grafici, gallerie fotografiche, etimologie e curiosità varie. Ma anche racconti ambigui, voci di corridoio, polemiche e discussioni. E’ un bell’archivio, che merita di essere arricchito ancora di più. Perseverando in quel frontalismo puro, che non è alimentato da un fine o da un tornaconto, ma da una semplice e spontanea voglia di fare. Partecipare per essere, non per avere. Anche perché, a ben vedere, è proprio parlando che si perdono occasioni e possibilità, in questa terra.

Blasting News –  L’Unico –  Il Pitagorico Facebook –  Twitter –  LinkedIn

Sebbene mi sia dotato di più social (con grande stupore dei miei amici), và premesso che questo sito è il mio unico “social”. E’ qui che pubblico tutto, mentre gli eventuali profili mi servono solo per comunicare e per essere reperibile. Se mi volete contattare, preferisco di gran lunga una mail.

Qui trovi la vecchia versione della pagina Mostra