Vai al contenuto

Addio anche alla buca

Scritto da:

Francesco Placco

Questa mattina un addetto del Comune di Crotone ha posizionato un divieto di sosta a partire dal 29 gennaio, per via dei lavori di recupero stradale. Detta in altro modo, anche la buca verrà tappata ed il manto stradale ripristinato e reso più sicuro.

Si conclude così la mia lista di segnalazioni: nell’arco di un mese tutti i diretti interessati hanno risposto ed agito. Nel giorni scorsi infatti una squadra della Congesi è venuta a chiudere l’acqua interrompendo una perdita che andava avanti da mesi, risolvendo così un inutile spreco d’acqua.

Oggi invece, anche se il Comune di Crotone non ha risposto alla mia Pec, mi ha dato atto di aver preso in carico la mia istanza, e con una rapidità che non mi aspettavo darà il via ai lavori. Una piccola grande vittoria.

Questo mi dimostra che una maggiore interazione è possibile, e forse fa bene a tutti. Il quartiene ne giova, noi residenti ne gioviamo, tutti traggono un vantaggio. A questo punto, non mi resta che continuare così e chiedere gli interventi senza troppe sceneggiate o sviolinate.

Come ripareranno la strada? Sicuramente come hanno sempre fatto: recuperando le mattonelle (che avevo messo da parte) e cementandole a terra. Ciò vuol dire che la buca si ripresenterà tra qualche anno, perché l’assenza di tombini fà stanziare l’acqua in una pozza che, a mano a mano, corrode il cemento e libera le pietre.

Ma non potevo pretendere un intervento strutturale. Va bene così. E sono contento che l’ente recepisce e risponde. Per il prossimo mese preparerò un’ulteriore lista in vista della bella stagione. Vedremo che succederà.

Articolo precedente

Crogiolarsi nei cliché

Articolo successivo

Esplorazioni inutili

Unisciti alla discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.