Un balletto indegno

Diciamocelo subito: ieri sera, alla "nomina" di Narciso Mostarda, non c'ha creduto proprio nessuno. Sarà - non me ne voglia - per il nome inusuale, che già lasciava presagire un'irritualità, una decisione poco azzeccata per una regione come la nostra. O sarà per tutte le battute sul fatto che la mostarda, in Calabria, non centri assolutamente nulla. Sarà quel che sarà, ma alla fine la...