Dimettersi

Capita anche questo, nella vita. Confermare decisioni oramai inevitabili, correre un rischio piuttosto che sottomettersi ad una condizione immutabile. E da oggi potrò dire di aver fatto anche questo.

Oggi infatti mi sono dimesso dal mio posto di lavoro a Crotone. Un posto di lavoro part-time, con contratto a tempo indeterminato. Una sicurezza che hanno in pochi, da queste parti. Eppure mi sono dimesso. Non per cercare altre spiagge o altri lidi, ma per giusta causa.

Per non essere più prono di fronte ad atteggiamenti illegittimi, succube di fronte a frottole e menzogne. Per non essere più fatto fesso.

Una situazione, la mia, che avrà delle conseguenze. E non è che confidi molto nella giustizia e nel suo corso: per adesso quello senza lavoro sono io, e sono abbandonato a me stesso.

Se prima della fine del lockdown avevo paura di rimanere senza lavoro, ora ci sono rimasto per libera scelta. E va bene così: ogni tanto bisogna farsi valere. Fino in fondo.