Quei postini furbacchioni…

Q

Volete sapere una cosa curiosa? Appena qualche giorno fa ho inviato un formale reclamo a Poste Italiane, per via del fatto che in più occasioni il postino abbia lasciato un avviso di giacenza senza neppure aver suonato al campanello.

Una storia che è andata avanti per tutto l’anno, e che si è verificata anche nel momento in cui il postino mi consegnava, manualmente, della corrispondenza: prima di dava un paio di bollette, dicendomi di non avere altro, e dopo qualche minuto ricevevo l’SMS di mancata consegna.

L’ultimo caso, come dicevo, è accaduto appena una settimana fa, con una gentile stronza che prima mi ha consegnato una lettera e subito dopo mi ha fatto arrivare la notifica di mancata consegna tamite Amazon. La cosa mi ha urtato non poco, e dopo numerose chiamate non ho potuto far altro che inviare un reclamo online.

Perché tutto ‘sto papello? Perché proprio oggi l’Antitrust ha avviato un’istruttoria contro Poste Italiane, apparentemente colpevole di non consegnare volutamente raccomandate e plichi al primo tentativo. Perché? Il motivo è ancora da chiarire, ma pare chiaro il fatto che sia un comportamento reiterato e diffuso in tutto il paese.

Una piccola soddisfazione dopo innumerevoli disservizi.