I nodi che vengono al pettine

I

Come avrete letto, la questione degli imprenditori locali danneggiati dalla tromba d’aria del 25 Novembre 2018 si è conclusa nel peggiore dei modi: non avranno né un rimborso economico nè uno sgravio fiscale sui tributi. Niente.

A darne notizia è stata la stessa “ministra per il sud” Lezzi, con un comunicato lagnoso e falso. Falsissimo, specialmente quando ringrazia gli imprenditori per “non aver licenziato”. Chissà chi le avrà dato questa notizia inesatta, dato che gli imprenditori di licenziamenti ne hanno fatti eccome. Ma ancora più penoso è l’improbabile tentativo di scaricabarile messo in atto, verso non si sa chi.

Tutti hanno svolto il loro dovere, compresa la tanto attaccata Protezione Civile (attaccata in un primo momento dalle onorevoli locali). Parola di ministro. Con chi potranno prendersela ora i grillini è un mistero, ma nonostante ciò continuano a poter contare su una fetta non indifferente di fan e supporter pronti a difenderli anche ora che sono indifendibili.

Aldilà di tutto restà non tanto l’amarezza, ma la considerazione di fondo: il governo sta cercando di fare cassa in ogni modo. Non ci sono soldi, ed in periodi di magra non si fanno sconti a nessuno. Un brutto preambolo per quelle che sono le prospettive del sud, che a questo punto si ritrova ad avere un rappresentante istituzionale del tutto inutile e privo di potere.

Non ci resta che vedere che fine faranno quei 9 milioni promessi per lo scalo crotonese…