L’elettorato tradito (e contento)

L

Con i primi dettagli ufficiosi sul Reddito di Cittadinanza (che, ormai dovreste saperlo, non è un reddito di cittadinanza ma un semplice sussidio fortemente vincolato) e sulla Quota 100 arrivano anche i primi malumori. Escluso lo zoccolo duro del M5S locale, buona parte dei concittadini ha finalmente capito che i 780€ non erano altro che campagna elettorale, e tanti tra coloro i quali si aspettavano di rientrare nella misura si sono visti smorzare le ali. L’eta pensionabile invece sta mandando in fibrillazione tanto gli statali quanto i privati, tra chi inizia a dire che era meglio il prestito della Fornero rispetto ad un blocco di X anni del TFR… Ma è ancora tutto in divenire. Vedremo.

La riflessione che voglio fare, però, è un’altra. Il M5S in fondo ha basato la sua immagine sui soldi: lo stato spende troppo, si può risparmiare tanto. E la base continua ad apprezzare questo gioco, pur consapevole ormai che la prossima manovra economia è quasi interamente basata sul debito.

Eppure, sembrano tutti contenti, specialmente i grillini calabresi. Parlano alla popolazione con toni trionfalistici, annunciando poco meno di 20 milioni per i piccoli comuni e qualche decina di milioni per gli aereoporti di Crotone e Reggio Calabria. Come se una cinquantina di milioni (che ancora non abbiamo in mano e che sono solo stati annunciati) fossero la panacea ad ogni male.

La cosa paradossale, in tutto ciò, è che questi milioni sono un misero contentino: la Calabria (e più in generale il Sud) è totalmente esclusa da ogni progetto di investimento e di ammodernamento. Per noi è stato diagnosticato un bel futuro da ospizio con tasse agevolate, non di certo un piano di rinnovamento economico o lavorativo. Con buona pace di tutti coloro i quali sono costretti ad emigrare.

Insomma, il tanto annunciato cambiamento pare proprio non esserci. Senza investimenti, con qualche milioncino per sistemare strade, buche ed aeroporti morenti, e con la prospettiva di essere tagliati fuori da ogni piano economico serio. C’è ben poco da sorridere o da festeggiare, eppure i sorrisi ed i brindisi non mancano.

In una regione che ancora non ha trovato il suo posto nel mondo, le prospettive sono sempre peggiori. Ma evidentemente al governo hanno altre intenzioni, e l’elettorato, seppur tradito, si gode quei pochi milioni per poter volare low-cost alla ricerca di un futuro di migliore.