“Dici che non glielo lasceranno fare?”

&

Da oggi in poi, quando sentirò il termine “dietrologia”, penserò per direttissima alla mia dentista. Oggi infatti, nel corso di una semplice seduta, abbiamo chiacchierato un po’, come sempre, del più e del meno. Soliti discorsi, dal caldo afoso dell’estate alle offerte presso dove lavoro, dall’aspettativa di lavorare fino a questo inverno al fatto che la realtà di Crotone è quella che è. Insomma, solite cose.

Questa volta però, nel confidarle il mio timore di non venire rinnovato il prossimo ottobre – quando scadrà l’ennesimo tirocinio al quale prendo parte – e nel dirle che questo inverno non so cosa farò, la dentista mi spiazza con una affermazione che mai avevo sentito prima d’ora.

Beh, speriamo che questo governo lo lasciano lavorare allora. Dici che non glielo lasceranno fare?

Aldilà delle simpatie politiche, mi stupiscono un paio di cose: dapprima, l’improvvisa presa di posizione di una persona che, fino ad oggi, non si era mai esposta; in secondo luogo, l’idea quasi scontata che questo governo farà qualcosa di buono a prescindere; infine, il dubbio che ci sia “qualcuno” che vuole impedire il tutto.

È un mantra che abbiamo imparato a riconoscere bene, negli ultimi tempi, ma mai mi sarei immaginato di vedere la mia dentista cadere in una tale faciloneria. Tralasciando il fatto che la legge sui tirocini non è stata modificata (e non è inclusa in quell’aborto chiamato Decreto Dignità), si pensa a prescindere che il governo stia facendo qualcosa per tutti.

Una fallacia grave e di cattivo gusto, che tuttavia imperversa nelle menti di molti. E poco importa che non cambierà nulla, da qui al domani: vorrà dire che “qualcuno non li avrà lasciati lavorare”. Affermazione davvero pessima, dopo le numerose spartizioni politiche di questi giorni…

Ne riparleremo tra qualche mese.

Sfoglia per categorie:

Sfoglia per mesi:

Sfoglia per tag: