“E lassàla cadìr”

&
La Torre Vecchia

Quattro chiacchiere con alcuni amici di Isola, ed escono fuori tutti i discorsi più importanti degli ultimi mesi, dalla Misericordia al recente scioglimento del Comune. Posizioni diverse e divise, ovviamente, ma si parla in tranquillità. Ad un certo punto, tra una cosa e l’altra, tiro in ballo la storia della Torre Vecchia.

Per chi non lo sapesse, la Torre Vecchia di Capo Rizzuto sta lentamente franando a mare. La struttura è solida, il problema infatti è il terreno: pare che l’intero costone si sia staccato dalla terra ferma, e stia lentamente franando a colpi di onde. È un problema piuttosto vecchio, dato che già nel 2011 l’allora sindaca Girasole chiedeva urgenti attività di messa in sicurezza. Ma non se n’é fatto nulla, e ciclicamente la storia esce fuori su questo o quel giornale.

Ad ogni modo, i miei amici scoppiano a ridere. Uno di loro, col suo marcato accento, mi dice:

La Torre Vecchia? E lasciala cadere, ti freghi di lei! C’è altro a cui pensare.

Semplice. Un parere – a quanto pare – piuttosto diffuso tra la popolazione, che non vede quel luogo come una risorsa. Certo, queste torrette si trovano sparse lungo tutta la Costa dei Saraceni, ma non per questo vanno sminuite. Purtroppo però, i miei amici mi confermano solo che quel posto è buono per appartarsi.

L’ho sempre pensato, che non ci fosse una degna consapevolezza dei nostri beni storici ed archeologici. Ed oggi, purtroppo, ne ho avuto una triste riconferma.