Passeggiate per i cazzi vostri

A differenza del solito, questa volta farò un post di poche parole, che la situazione è seria.

Lunedì 18 Settembre il gruppo crotonese di Forza Nuova ha inaugurato le “passeggiate per la sicurezza” (potete leggere l’annuncio sulla loro pagina), ossia delle vere e proprie passeggiate al fine di evitare “bivacchi, accattonaggio, parcheggiatori ed immigrati molesti“. La partecipazione è aperta a tutti, specialmente “Ultras“, “Esperti di arti marziali e pugili” e “Tassisti, Camionisti ed Autisti“. Si tratta di un’organizzazione a livello nazionale, che purtroppo vedremo (almeno per un po’) anche nella nostra città.

Aldilà della valutazione personale, và ricordato a questi quattro fessi che le loro passeggiate le possono anche fare, ma non hanno alcuna voce in capitolo: non hanno nessun diritto di imporsi, di allontare qualcuno o di invitarlo ad andarsene. Non rappresentano una forza pubblica o una forza dell’ordine, ed il solo fatto che abbiano fatto disattivare il wifi della posta centrale (utilissimo, tra l’altro, a tutti) per “impedire il bivacco” è un campanellino d’allarme.

A dimostrazione di quello che dico, basterebbe una rapida ricerca in rete. Ricordiamo che chi partecipa alle “passeggiate” in modo coercitivo (chi invita chiunque ad allontanarsi, chi si impone verso chi bivacca e così via) è passibile di diffida e finanche di denuncia. Non sono forze dell’ordine. L’ho già detto?

L’invito, dunque, è di non dargli ascolto. Di convesso, è altrettanto attiva una “rete di monitoraggio” delle loro passeggiate, al fine di annotare eventuali comportamenti scorretti. Inutile aggiungere che i loro volantini (come gli striscioni) verranno sistematicamente rimossi: non è la loro città.

Per chi fosse interessato all’ordinanza comunale in merito, ho risposto altrettanto semplicemente qui. Vi ricordo solo che chiedere l’elemosina e bivaccare non è reato.