No, al benzinaio non vi fregano 100€ se pagate con una carta…

Oggi mi sono trovato con la macchina quasi a secco. Al primo benzinaio disponibile, noto un bel foglio attacco al self-service: “niente banconote solo carte“. Non mi era mai capitato di pagare dal benzinaio con una carta, e lì per lì la cosa non mi sembrò strana. Ma neanche il tempo di tirar fuori la carta che mi è venuto in mente quello che mi disse un mio amico qualche tempo fa:

Non pagare mai col bancomat al benzinaio, che ti tolgono 100€ più i soldi della benzina che fai!

Ovviamente, si tratta di una grossa cazzata. É dal 2010 che, pagando con il bancomat presso un distributore di benzina, si incorre in una sorta di “cauzione”: oltre all’importo effettivo della benzina (nel mio caso, 20€) viene trattenuta una somma di 100€. Questo vuol dire che i soldi non sono spendibili/prelevabili, ma non li avete mica persi. In genere, dopo 24 ore torneranno disponibili sul vostro conto corrente.

Si, è una stronzata assurda, che serve per verificare l’eventuale possibilità a coprire un intero pieno (in genere, tra i 90€ ed i 100€). Una procedura tutta italiana, che rende impossibile utilizzare carte con una somma inferiore. A poco valgono le rassicurazioni del distributore: vedersi “bloccare” 100€ sul conto non è per niente bello.

Ad ogni modo, nessuno vi deruba. Tenetelo a mente, quando andrete a fare benzina con una carta.