Ultimi anche nell’affluenza

U

E’ fatta, si è votato per il Referendum del 4 Dicembre. Tra tutti i propositi che mi ero fatto, uno dei più importanti era proprio l’affluenza al voto, aspettandomi almeno la partecipazione del 65/70% degli aventi diritto, che a quanto pare è stato ampiamente rispettato: hanno votato il 68,58%. Purtroppo però, la Calabria e la provincia di Crotone si beccano un’altra maglia nera: siamo ultimi nell’affluenza.

Le regioni con l’affluenza più bassa sono la classica triade meridionale: ultimo posto per la Calabria (54,45%), seguita dalla Sicilia (56,81%) e dalla Campania (58,73%). Sono queste le uniche tre regioni che non hanno superato la soglia del 60%. Tutte le altre regioni hanno invece ampiamente superato il 60%, e nel nord del paese si registra un generale superamento del 70% di affluenza.

In Calabria, la provincia che ha votato di meno è proprio quella di Crotone, con il 47,82%. E’ l’unica provincia a non aver superato il 50%. Seguono da quella di Reggio Calabria con 53,15% e di Vibo Valentia con 54,20. Il distacco, comunque, è degno di nota. Volendo fare un focus sulla provincia di Crotone, i paesi che hanno votato di meno sono Cirò (39,36%), Belvedere Spinello (40,58%) e Cirò Marina (40,59%).

Per quanto riguarda i capoluoghi, Cosenza svetta con un 59,61%, segue Reggio Calabria con 58,97%, Catanzaro si attesta al 58,48%, Vibo Valentia sta al 57,79% e chiude la fila Crotone, con il 51,31%. In tutte le province, il No sembra essere in netto vantaggio, così come nel resto del paese.

Gli scrutini proseguono veloci, ma la vittoria del No sembra ormai netta.

Sfoglia per categorie:

Sfoglia per mesi:

Sfoglia per tag: