Tumori maligni, bassa mortalità in Calabria

Sta girando in questi giorni una bella notizia, che non ha avuto praticamente spazio sui giornali locali ma che merita un po’ di attenzione e approfondimento in più. La Calabria è tra le regioni italiane con il più basso tasso di mortalità per tumori maligni, 230 persone ogni 100.000 abitanti. Il dato si riferisce al 2012, comprende tutti i tipi di tumori maligni ed ogni organo, ed è stato pubblicato nell’Eurostat Regional Yearbook.

Come potete osservare dalla loro bella mappa, possiamo notare che per quanto riguarda l’Italia c’e, come al solito, una divisione piuttosto netta: al centro-sud si registrano le percentuali più basse, mentre al centro-nord il dato aumenta visibilmente. La maglia nera infatti è la Liguria, con ben 363 decessi ogni 100.000 abitanti. Più del doppio della Calabria.

E’ un dato che cozza molto con la percezione che si ha del fenomeno, sopratutto al Sud, dove sull’argomento si registra una particolare enfasi un po’ ovunque, da Crotone a Napoli passando da Taranto. Anche il numero di persone che hanno contratto un cancro è relativamente basso, e l’AIRTEC, nel suo annuale I Numeri del Cancro, stima che in Calabria si tratti di circa 6.243 persone (riferito al 2014).

Sempre dall’Eurostat però, apprendiamo anche che siamo tra le regioni con il minor numero di letti ospedalieri disponibili, con un elevato tasso di mortalità per problemi al sistema cardiocircolatorio, e con un numero piuttosto alto di medici in base alla popolazione. Questo per rimanere in tema di salute. Se vi va di spulciare le altre simpatiche mappe in altri settori, come quello dell’Economia o dell’Istruzione, beh, il link è sopra 🙂