crotte-au-nez

A breve riscenderò a Crotone. Forse vel’ho gia detto, e probabilmente non ve ne frega più di tanto. Eppure, sono contento. Sia perché mi farò una bella settimana a casa, sia perché, per la prima volta, siamo riusciti a convincere una persona da fuori a venire con noi. Il nostro primo invitato di nazionalità diversa, Francese per essere precisi.

La cosa mi rende abbastanza felice. Sia perché è la sua prima visita in Italia, sia perché sono sicuro che apprezzerà quel poco che abbiamo da offrire. Ed è pronta già la scaletta di dove andare, tra Capo Colonna, Le Castella, magari un salto in Sila, e così via. Sarà piacevole.

Dopo l’ok, la prenotazione dei biglietti, e qualche goccio di mirabelle, si parte con la prima non-curiosità. A quanto pare, se diciamo Crotone (Cro-to-ne) in Francia, potremmo essere fraintesi. Sembreremmo dire Crotte Au Nez o Crotte De Nez, che, letteralmente, vuol dire caccole del naso. Che dire… non si finisce mai di imparare 😀