Il temibile Durian

Lo so, non centra nulla il disegno, ma ci stava
Lo so, non centra nulla il disegno, ma ci stava

Anche  voi lo conoscete. O, per meglio dire, ricordate la faccia disgustata di Andrew Zimmern ogni volta che vedeva questo frutto. Parliamo del Durian, noto anche come “Re dei Frutti”, particolarmente conosciuto per il suo cattivo odore. Lo stesso conduttore di Orrori da Gustare lo descrive come un frutto orribile, che sa di cipolle andate a male, dall’odore nauseante. E’ una delle poche che non riesce proprio a mangiare, e per questo dovevo provarne uno.

A Londra non è poi così difficile da trovare: basta andare in qualche supermercato asiatico, o fare un salto a China Town (Gerrard Street), ad Hackney, a Colindale… Ovunque sia presente una comunità asiatica e relativi shop. A me è andata di lusso, e mi è bastato arrivare ad Elephant & Castle, vicinissimo casa, in un grande negozio orientale, dove ho trovato un po’ di tutto. Ne avevano appena 3 nel freezer.

Il prezzo è grossomodo lo stesso ovunque, intorno ai 3,50£ al kg. In media un Durian pesa più di 2 kg, quindi preparatevi a spendere almeno 8/9£ per il frutto intero. Per aprirlo dannerete un po’ (si, è appuntito e duro), armatevi di coltelli per il pane e pazienza.

Ma di cosa sa? Di cosa odora? Beh, è un po’ come la storia del vestito blu o giallo… è una questione estremamente personale, e solo in casa abbiamo avuto reazioni piuttosto diverse. A me, personalmente, non è dispiaciuto. Non è quel frutto che mangerei tutti i giorni, ma non mi ha fatto schifo, nè il suo sapore nè il suo odore.

A tal proposito, c’è da dire che esistono diverse varietà di Durian (tutte proventienti dalla Thailandia), alcune più forti ed altre più esotiche, come quella che ho acquistato. In genere, quelle destinate all’esportazione ed alla vendita sono le varietà più dolci e meno puzzolenti, per cui non posso dire di essermi messo in pari. Mi ci vorrebbe un viaggetto da quelle parti 😎

Detto questo… provatelo. Ma assicuratevi di essere in tanti: c’è moltissimo frutto al suo interno.