Brixton Splash

Gente. Un mare di gente.
Gente. Un mare di gente.

Mi mancava proprio l’ambiente da Fiera della Madonna. Complice una bella domenica di sole, si fa un salto a Brixton, dove oggi si tiene il Brixton Splash, un evento popolare piuttosto sconosciuto ma decisamente degno di nota.

Sostanzialmente, si può definire il tutto come una grande festa di quartiere. Una bolgia. Le principali vie del quartiere sono letteralmente invase (quest’anno si parla di più di 50.000 persone), e non si può fare un passo completo. Bisogna avanzare, se ci si riesce, a poco a poco, facendosi strada in mezzo ad un mare di persone (che spingono a loro volta, spesso anche con forza) e su un tappeto di bottiglie rotte.

La festa inizia alle 14:00 e, ufficialmente, finisce alle 24:00. Per quanto le bancarelle smontino a quell’ora e anche prima, il resto del quartiere resta vivo, fino al mattino. Casse ovunque, come quella che si intravede in foto, con musica sparata a palla ad ogni angolo. Che musica? Ovviamente, Reggae, Roots, Reggaeton, ma anche Drum’n’Bass e così via.

L’ambiente è quello di un qualunque video musicale del genere: la bolgia è composta da gente che fuma erba e beve alcolici di ogni tipo; le ragazze non possono definirsi nude solo perché qualche straccio addosso lo hanno; tutti che ti prendono a ballare per qualche secondo; tutti che cantano le canzoni che passano.

La massima di un anziano vale più di mille parole. Ancora poggiato al lampione con la sua Red Stripe in mano, guarda chi passa e ripete: “This is ho we do it. If you don’t like it, go to fuck yourself in Chelsea“.

Tenetelo a mente, il prossimo 2 Agosto 😉