Printernet, una nuova via per stare in contatto con il Comune di Crotone

Screenshot_2015-02-11-13-10-11
I primi aggiornamenti pubblicati

Nell’arco di appena un anno, il Comune di Crotone si è dotato di innumerevoli strumenti per poter comunicare più facilmente con la cittadinanza. Sebbene il sito web del comune sia attivo da anni, questo non ha quasi mai rappresentato un punto di interesse per la popolazione. A rimediare è stata creata, nel 2014, la pagina Facebook del Comune, che ha invece avuto un enorme successo.

Proprio sulla pagina Facebook, agli inizi di Febbraio è stato presentato un nuovo servizio per poter ricevere le comunicazioni del Comune direttamente sul proprio smartphone. Il tutto si basa su un’app, Printernet, scaricabile gratuitamente, che funge da aggregatore per più fonti.

Ho provato l’app per qualche giorno, e devo dire che, sebbene sia un buon punto di partenza, avrei optato per altre soluzioni, decisamente più pratiche e funzionali.

L’applicazione è facilmente scaricabile, pesa quasi 3,5 MB, ed anche entrare in contatto con il Comune è piuttosto semplice: basta cercare il nome o fare una foto al QR Code univoco del Comune. Fatto ciò, si aggiungerà alla nostra lista dei contatti il Comune, e noi riceveremo puntualmente le sue comunicazioni.

Nell’app è presente più di qualche problemino, dai più intuitivi (uscire dall’app è problematico, se non si vuole premere il tasto centrale) a quelli che verranno con le comunicazioni. Ad esempio, non è possibile leggere un messaggio per intero. Aprendo un messaggio, si leggerà il testo che entra nello schermo, ma non si potrà scorrere! Il che rende particolarmente fastidiosa la “lettura” dei messaggi ricevuti, dato che piuttosto spesso ci si deve interrompere a metà.

I problemi dell’app verranno sicuramente visti e corretti, e questo non può essere altro che un bene. Tuttavia, continuo a chiedermi cosa ha spinto il Comune di Crotone ad adottare questa soluzione. Di sicuro, non la praticità del sistema, dato che esistono diversi metodi più semplici e intuitivi per inviare informazioni utili. Esempi? In primis le email, con sistema di lista o di newsletter. Alcuni Comuni Italiani utilizzano gli SMS (inviati via web), o addirittura Whatsapp. Facebook è stato introdotto, mentre Twitter è stato scartato, quando poteva essere un degno modo per inviare comunicati e relativi link con testo completo. Un sistema sempre poco considerato (purtroppo) è quello dei Feed RSS, ancora attualissimo e molto utilizzato. Ah, dimenticavo la semplice aggiunta della pagina ai preferiti del browser.

Insomma, perché dovrei installare un’app per poter seguire le informazioni pubblicate sul sito del Comune? Posso benissimamente evitarlo, dato che le informazioni possono essere lette direttamente via Facebook (anche dai non iscritti) o dal sito storico già citato. L’app risulta essere solo un surplus. Tuttavia, è una soluzione utilizzata da molti comuni.

Insomma, ben vengano le innovazioni, e sopratutto la comunicazione! Ma, ora come ora, non c’è alcun motivo per mantenere quest’app sul proprio smartphone, dato che l’unico vantaggio reale che porta è quello di avvertirci quando viene pubblicato qualcosa di nuovo. Nulla che non si possa verificare visitando la pagina, o usando un Reader RSS, un client eMail, un’iscrizione alla pagina Facebook

  • Anghelvs

    alla modica cifra di?…

    • Non ne ho la più pallida idea 😀
      Penso (e spero vivamente) che non ci sia stato un costo per implementare questo sistema…

      • Gennaro

        Il tutto è completamente gratuito! Il vantaggio reale e’ ricevere direttamente l’allert sul proprio smartphone , cosa che gli altri social non consentono…
        Complimenti all’autore dell’articolo per l’analisi ben fatta!
        Saluti
        Gennaro