Le luci su Cerere

I due punti luminosi

La Sonda Dawn, meno conosciuta rispetto ad altre missioni, procede a passo spedito verso il suo obiettivo: entrare nell’orbita di Cerere. Attualmente, si trova a circa 46.000 km dal più grande asteroide della fascia principale (recentemente riclassificato come pianeta nano), ed il suo ingresso nell’orbita del corpo celeste è previsto per il prossimo 6 Marzo.

Compiendo il suo percorso quotidiano, la sonda ha ripreso qualcosa di inaspettato: due punti estremamente luminosi sulla superfice del corpo celeste. Non si sa cosa siano, e si preferisce aspettare una maggiore vicinanza della sonda prima di dare un giudizio, anche se le prime ipotesi sono già state avanzate: qualcuno ha parlato di attività vulcanica (poco probabile), mentre qualcuno di “materiali riflettenti“, come metalli o diamanti (quest’ultimi creatisi dopo un possibile impatto). Ad occhio, pare che i due punti luminosi siano inclusi nello stesso cratere, ed un punto sembra palesemente più grande dell’altro.

È una delle tante sorprese che può fornire l’osservazione dello spazio, anche di quei singoli elementi spesso scarsamente considerati. Lo studio di Cerere costituisce uno degli eventi più attesi del 2015 in ambito astronomico, e non c’è nulla di meglio che partire con un bel mistero. Cerere si trova tra Marte e Giove, e possiede un diametro di circa 950km. Precedentemente, la sonda Dawn aveva fatto tappa su Vesta, secondo asteroide pià grande della fascia primaria con il suo diametro di circa 525km, fornendo moltissima documentazione (oltre 30.000 fotografie) riguardo un corpo scarsamente conosciuto.

Per scoprire cosa si cela dietro questo mistero, non ci resta che asettare qualche giorno 🙂