Una curiosità sul primo allunaggio

Come (dovreste) ben sapere, oggi (20/07/2014), ricorre un evento particolare: 45 anni fà l’uomo sbarcò per la prima volta sulla Luna! A compiere il grande balzo furono gli Stati Uniti, che spedirono sul satellite Neil Armstrong, Edwin Aldrin e Michael Collins grazie alla famosissima missione Apollo 11, riuscendo a sconfiggere gli avversari Sovietici ed il loro Programma Luna, al quale va comunque dato il merito del primo allunaggio di un mezzo terrestre.

Tenendo da parte classici complottismi ed “evidenti prove” che mostrerebbero come il primo allunaggio altro non fosse che un falso, oggi farebbe bene ricordare chi un falso lo produsse davvero, all’epoca. Una vicenda poco conosciuta, venuta fuori da pochi anni,  ma decisamente curiosa, ed in salsa tipicamente Italiana.

Il Messaggero é uno storico giornale della capitale. Il 21/07/1969, come tutti i giornali del mondo, non poté evitare di pubblicare la notizia dell’allunaggio! In molti seguirono, anche dall’Italia, la diretta dello sbarco, vedendo anche il famoso primo passo di Armstrong sul suolo Lunare. Ma a parte questo, la tecnologia civile non era ai livelli moderni. Dimenticatevi le foto di Parmitano in diretta su Twitter, o i video caricati dalla ISS. Per ottenere il materiale non trasmesso dalla diretta, come le foto, bisognava aspettare il rientro degli astronauti, oltre ai tempi di elaborazione.

Ma Il Messaggero fù l’unico giornale (al mondo) a pubblicare, il giorno dopo l’allunaggio, la foto dell’impronta lasciata dall’uomo sulla luna.  Potete vederlo nell’immagine, ma anche andando ad acquistare una copia del giornale con quella data (21/07/2014). Nonostante sia noto oggi che si tratta di un falso, non è stato rimosso, modificato o censurato. Una correttezza che di questi tempi è difficile trovare.

Luna Primo PassoAnche ad occhio, si nota chiaramente che l’impronta é diversa da quella che ormai è nella mente di tutti. In realtà le immagini che raffigurano i passi sul suolo Lunare per la missione Apollo 11 sono due, cioé AS11-40-5877 e AS11-40-5878, e sono molto simili, anche se la più conosciuta è decisamente la prima. L’immagine pubblicata dal quotidiano ha una buona dose di ingegno: l’impronta di uno scarpone/stivale direttamente su un terreno o su una spiaggia. Ad oggi, non si sa di chi sia stata l’idea, ma quanto meno andrebbe premiata l’inventiva di chi l’ha pensata 😀

Questa è una piccola curiosità, ed a distanza di anni è bene fare un tuffo nel passato. E’ bene ricordarsi come si faceva giornalismo, gli elaborati fotoritocchi, come arrivavano le comunicazioni, ma anche i tempi, immensamente più lunghi rispetto ad oggi. I giornalisti del Messaggero c’hanno provato, forse per incentivare gli acquisti del quotidiano, o forse solo per dare ai loro lettori qualcosa di estremamente simile a ciò che ci si immaginava.

Gli astronauti restarono sulla Luna per poche ore, e rientrarono sulla Terra il 24/07/1969. Da quella data in poi, la foto originale venne ripresa e pubblicata su migliaia e migliaia di riviste, senza contare le innumerevoli trasmissioni e tg che la usarono. Le pubblicazioni vanno avanti ancora oggi! E probabilmente non si fermeranno mai, rendendo di fatto questa immagine come una delle più importanti e riconosciute dall’uomo  (assieme, per esempio, a Blue Marble). L’immagine oggi, assieme a tutte quelle scattate nelle varie missioni, è disponibile liberamente in rete.

Forse non torneremo più sulla Luna, forse ci torneremo da visitatori o turisti, o forse da sfruttatori in cerca di risorse. Nel frattempo, possiamo ricordarci di quando qualcuno ci mise piede, e dell’incredulità che quell’evento ha generato, e che perdura ancora oggi.