Quando i conti non tornano

Da tempo ho “abbandonato” la console. Nel senso che non gioco più come/quanto prima. Il mio unico collegamento, ad oggi, con i videogame, è solo qualche partita sporadica all’Xbox 360 di mio fratello, e qualche giochino al telefono. Provai a cimentarmi con Assassins Creed, ma rimasi alquanto scocciato dal crash di Gerusalemme (a buon inteditore poche parole). In famiglia invece, c’è chi ha apprezzato la saga, quindi si procede con l’acquisto dell’ultimo (ennesimo) capitolo. Dopo una rapida googlata, ecco il prezzo più basso che mi compare sul monitor (da un noto sito che sicuramente riconoscerete): 29,90 €! Decisamente meno rispetto alla media.

acbf1

Da qui alla triste sorpresa, c’è davvero poco. Giusto il tempo di spostare il mio cursore sul link poco sopra. Un click. Si carica la nuova pagina. E tutte le certezze della pagina precedente sono andate in fumo.

acbf2Improvvisamente, ci sono 10 € in più sul prezzo. E no, non sono le spese di spedizione già calcolate sul totale. Ho pensato che fosse per via della mappa fisica (nonostante la scritta “omaggio”), quindi vai con una ricerca. Ma niente, non c’è altro. Unico risultato, con un prezzo comunque nella media.

È proprio vero che chi pensa di farsi una buona mangiata, alla fine resta digiuno. Ma cazzo, questa è proprio una presa per il culo! Per cui, cosa ho imparato da questa lezione? Beh, sicuramente il sito verrà automaticamente ignorato nelle prossime ricerche.. ed il gioco è rimasto dov’era. Ad eterna conferma che tra me e questa saga non c’è proprio feeling 😛