Modificare un disco con partizione GPT

C’è sempre bisogno di complicare le cose

Se si decide di comprare un nuovo computer è molto probabile che questo disporrà non solo dell’ultima versione di Windows disponibile, ma che sarà anche “protetto” da una serie di restrizioni e blocchi che renderanno più complicata anche una semplice operazione.

Con Windows 8 non è venuta solo una novità grafica. Si è anche avviata in modo concreto la crociata del secure boot, dello UEFI, e delle partizioni con tabella GPT. Tutti questi fattori, per chi vuole cambiare sistema operativo (indipendentemente da quello scelto), di tornare a Win 7 o utilizzare un dual-boot, sono una gran rottura 🙂

Nello specifico, mi capitano sempre più richieste di tornare a Windows 7. Sebbene avessi già fatto pratica con UEFI e con i nuovi BIOS, solo di recente mi iniziano a capitare tra le mani i primi PC dotati di Hard Disk con partizioni GPT.

Se volete passare da Win 8 a qualunque versione precedente di Windows, ma al momento di procedere con l’installazione vi compare l’errore “Windows cannot be installed to this disk. The selected disk is of the GPT partition style“, c’è bisogno di modificare la tabella delle partizioni sul proprio disco. Vediamo come fare.

In rete si possono trovare diversi metodi per risolvere il problema, per convertire il proprio disco secondo il “vecchio” standard MBR e renderlo finalmente utilizzabile. Tuttavia, ritengo che il metodo più pratico sia quello di utilizzare il live-cd di GParted, con il quale sono riuscito a fare tutto senza incorrere in nessun errore (al contrario del prompt del cd di installazione di Windows). Se non disponete di un cd con questo fantastico software, fareste bene a rimediare subito a questa mancanza.

Vi premetto subito che indipendentemente dalla procedura che decidete di seguire il contenuto del disco andrà perso! Se non avete nulla, procedete senza pensieri, altrimenti abbiate cura di copiare i vostri dati.

Inserite il live-cd nel computer incriminato, ed aspettate che si carichi il software nel giro di qualche minuto. Una volta di fronte all’interfaccia del programma, selezionate il disco dal menù a tendina ed eliminate tutte le partizioni. Passeranno dall’essere NTFS a Spazio non Allocato (grigio).

A questo punto, cliccate sul menù Dispositivo, e scegliete l’opzione Crea Tabella Partizioni. Apparirà una finestra, cliccate su Modalità Avanzata, e dal menù a tendina scegliete msdos. A questo punto, ci basta cliccare su Applica, ed il gioco è fatto.

Dopo aver applicato le modifiche, possiamo tranquillamente riavviare il pc, sostituire il disco di GParted con quello di Windows, e procedere con l’installazione. Non avremo più nessun intoppo! Ovviamente, si presume che prima di arrivare a questo punto abbiate già disabilitato UEFI e blocchi sul vostro BIOS. In caso contrario, prima di procedere con GPartet, disabilitate il secure boot!

Sarete ora liberi di govervi il vostro pc come meglio credete! Con il s.o. che preferite, e il disco partizionato come vi viene comodo. Come è giusto che sia 🙂

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: